Archivio mensile:aprile 2014

Il giorno anche della zucchina. La forma lo spazio il tempo e il concetto.

Un bel giorno una melanzana disse al proprio cocomero – Quanto vorrei essere felice. Se potessi disse il cocomero mi trasformerei in melone, se ciò ti fa felice. Che cocomero che sei disse la melanzana al suo cocomero, non capisci che ti preferisco rosso. Il cocomero restò un attimo pensieroso, poi disse, vuoi dire grosso? Mi sembri alquanto strano, mio caro cocomero se pensi ciò, che credi che io sia una melanzana, che perdo la grrrr, quando pronuncio grosso? Non direi! Disse ancora il cocomero in modo un po’ brusco, non avrei mai potuto, mai immaginare che per questo tu possa essere una melanzana, per il semplice motivo che ti ò vista sempre per ciò che sei. Scusa se ti chiedo, caro il mio cocomero, e che cosa sarei io? Mi sembra ovvio risponde il cocomero, sei una melanzana! Ah sì! E se io ti chiedessi – Che sei un carciofo! Tu cosa penseresti di essere? Ovviamente un cocomero risponde il cocomero alla melanzana. E, dice la melanzana e perché non puoi dire di essere un carciofo? Cara la mia melanzana, se mi ài chiesto se sono un carciofo, è, perlomeno ovvio che tu conosca com’ è fatto un carciofo e pertanto lo vedi da te stessa che non sono un carciofo e non comprendo perché non dovrei essere un cocomero. Vuoi forse tu credere che io possa diventare un carciofo, ma allora vorrei sapere e tu dovresti spiegarmi perché vuoi questo. Difatti cara la mia melanzana io non posso essere che il tuo cocomero.

IMG_1941

Annunci

L’uomo e il pesce

Di giorno in giorno quell’uomo che cercava il pesce usciva in barca con una grande barca e una canna da pesca di quelle speciali. Quando gettava la canna con le sue esche non poteva non sperare di prendere un pesce sempre più grande da mostrare come trofeo e vanto. Insomma non era proprio di quelli che dormivano, anzi diceva sempre di sé che lui era uno che pigliava i pesci. Un bel giorno mentre tirava su un grande pesce, più grande di ogni altro che avesse pescato prima, disse a se stesso, proprio con un gran vanto – Chissà perché ogni giorno questo pesce mi viene a cercare – e lo disse in modo tale che pensava che nessuno lo avesse ascoltato, quando all’improvviso il pesce disse – Caro il mio pescante io vengo ogni giorno a cercarti, proprio per non farti dormire e capire quanto riuscirai a svegliarti per capirlo – poi il pesce si dette una scrollata così forte e riuscì a saltare dalla barca e tuffarsi in acqua. Il pescatore rimase a bocca aperta, e, andò a comprarsi un pesce come quello da mostrare come trofeo per il suo essere sveglio.

01042014448