Archivio mensile:giugno 2014

bragalone e la felicità

Il vuoto guardava, molto stranamente quel che aveva intorno – e credo che proprio non capisse quel che vedeva. Così come fosse all’improvviso sopraggiungeva Bragalone che con voce eloquente esclamava – Eccomi qua, son qua mi si vede, come sto. e dunque son così, finiva per dire al vuoto che intorno guardava. Ecco fu così che Bragalone si ricordava di quei momenti che diceva essere per se stesso i più belli e felici – e, proprio che nessuno ne aveva detti altri a se stesso. Così Bragalone si beava e sorrideva proprio lì in quel momento che sembrò vuoto.

Annunci